CAI Nazionale

Cenni sull'organizzazione
Testo tratto da “Agenda CAI 2013”

Secondo vari articoli dello Statuto “il Club Alpino Italiano è costituito dai soci riuniti in un numero indeterminato di Sezioni che si raggruppano nei Convegni regionali: le delegazioni”.
l soci si dividono in: ordinari (di età maggiore di 18 anni), familiari (maggiorenni conviventi con un socio ordinario),  giovani (i minori di 18 anni). Ci sono poi i soci onorari e benemeriti.
Le Sezioni godono di piena autonomia e libertà di iniziativa e di azione. Per costituire una Sezione sono necessari almeno centocinquanta promotori maggiorenni.

Il C.A.A.I. (Club Alpino Accademico Italiano), l’A.G.A.I. (Associazione Guide Alpine Italiane) e il C.N.S.A.S.A. sono tre Sezioni nazionali: ad esse sono iscritti gli Accademici, e le Guide e i membri del Soccorso Alpino.
L’Assemblea dei delegati delle Sezioni è l’organo sovrano del sodalizio. Si riunisce di norma una volta all’anno e tratta i problemi e gli indirizzi fondamentali del Club Alpino Italiano.
Il Consiglio centrale è composto dal Presidente Generale, da tre Vice-presidenti, da diciannove Consiglieri elettivi e dal Collegio dei revisori dei conti e da quello dei Probiviri.

Gli Organi Tecnici Centrali Operativi (OTCO), coadiuvati dagli Organi Tecnici Periferici Operativi (OTPO) che operano a livello regionale o interregionale, si occupano dei vari settori di attività del Club. l problemi di carattere specificatamente culturale sono di competenza della Commissione delle Pubblicazioni, della Commissione Cinematografica (ora denominata Centro di Cinematografia e Cineteca del CAI), del Comitato Scientifico, della Biblioteca Nazionale (ora denominata Struttura operativa Biblioteca Nazionale), del CISDAE (Centro Italiano Studi e Documentazione Extraeuropeo). Un altro gruppo di Commissioni tecniche si occupa di: Scuole di alpinismo, sci alpinismo, e sci di fondo escursionistico, speleologia materiali e tecniche, escursionismo, alpinismo giovanile, medicina di montagna, problemi legali, servizio valanghe.
Gli organi tecnici centrali operativi (OTCP), coadiuvat i dagli organi tecnici perfifericiche operano a livello regionale, si occupano dei vari settori di attivita del Club.
Sono costituiti da commissioni e da altri organismi, i cui componenti vengono scelti per le competenze specifiche e la capacità nel campo in cui deveno operare, provvedono soprattutto alle necessità pratiche dell’esercizio dell’alpinismo e indirizzano tecnicamente e moralmente gli analoghi organismi interreggionali e regionali dei convegni delle sezioni, gli organismi sezionali e i singoli soci per l’azione da svolgere in campo periferico.
Oggi (2012) c’è in programma una significativa revisione di tutti questi organismi operativi, all’interno del progetto definito Unicai (Unità formativa di base delle strutture didattiche CAI), processo già avviato (novembre 2010) definita “Riassetto OTCO”, che effettuerà degli accorpamenti.